La comunità dell'Emmanuele
a Trinità dei Monti

Con un accordo del 25 luglio 2016 tra lo Stato francese e la Santa Sede, il dominio di Trinità-dei-Monti è stato affidato alla Comunità dell’Emmanuel.

Un’équipe di membri della Comunità è ora incaricata di animare questo sito, che possiede un ricco patrimonio culturale, spirituale e missionario. Per qualsiasi contatto, si prega di inviare un’email.

L'equipe in missione

La comunità dell’Emmanuele è composta da diversi stati di vita – laici (coppie sposate, uomini e donne single, giovani), sacerdoti e laici consacrati al celibato – tutti presenti alla Trinità dei Monti. Sono organizzati in Fraternità:

Fraternità di giovani

la Comunità dell’Emmanuele offre un anno di missione e di formazione per i giovani adulti (dai 19 ai 30 anni) che desiderano diventare discepoli missionari nella loro vita quotidiana.

Fraternità di sacerdoti

La Fraternità dei Sacerdoti è composta dal Rettore, Paul de la Morinière, e da tre sacerdoti studenti, inviati dal loro vescovo nelle varie università pontificie di Roma.

Fraternità di consacrati

Tra i membri presenti vi sono anche fratelli e sorelle consacrati in celibato che, oltre all’attività professionale, partecipano attivamente alla missione. 

Coppie

Ad oggi, quattro coppie hanno risposto alla chiamata missionaria e sono venute alla Trinità dei Monti per gestire e animare la missione.

"L'importante non è scegliere la nostra via, ma prendere la strada che il Signore indica, perché è la Via, la Verità e la Vita".

Pierre Goursat, fondatore della Comunità dell’Emmanuele

La Comunità dell'Emmanuele

La Comunità dell’Emmanuel è una comunità internazionale laicale cattolica, fondata da Pierre Goursat. Riunisce uomini e donne di tutti i ceti sociali che condividono una comune chiamata alla santità e si impegnano a vivere attivamente la loro fede nella vita quotidiana attraverso l’adorazione, la compassione e l’evangelizzazione.

L'adorazione

Il fatto di essere di fronte a Cristo realmente presente con amore nel Santissimo Sacramento concentra la nostra preghiera. Sappiamo che egli è lì. Siamo chiamati a riconoscere questa presenza e a volgerci verso di lui: “Signore, tu sei lì. Eccomi qui ai tuoi piedi. Credo che tu sia veramente presente nell’Eucaristia”.

La compassione

Il frutto dell’adorazione è la carità. Vediamo che stiamo crescendo in questi due amori: l’amore per Dio, con il desiderio di rendere l’amore per l’amore; e l’amore per i nostri fratelli e sorelle, specialmente per coloro che soffrono o che non conoscono Dio, o che lo rifiutano. La vera adorazione cambia la nostra vita, ci spinge ad agire.

L'evangelizzazione

Se amo veramente mio fratello e mia sorella, allora voglio dare loro ciò che è meglio. Per noi, la cosa migliore che ci è stata data è l’Amore di Dio. È attraverso l’Amore che andiamo ad evangelizzare.
Riproduci video

Il fondatore della Comunità dell'Emmanuele

Pierre Goursat (1914-1991) era un umile laico, contemplativo e uomo d’azione.  Fin dalla sua conversione a 19 anni, bruciava di amore per Cristo, di compassione per i poveri e di zelo per l’evangelizzazione. Aveva 58 anni quando nel 1972 fece l’esperienza dell'”effusione dello Spirito” e fondò la Comunità dell’ Emmanuel.